Segni particolari bellissimo

0

Segni particolari bellissimo” è un film del 1983 diretto da Castellano e Pipolo e interpretato da Adriano Celentano e Federica Moro.

[Trama] Mattia (Adriano Celentano) è uno scrittore playboy quarantenne bello, scapolo e adorato dalle donne. Ogni volta che una donna cerca di avere una relazione stabile con lui, Mattia, per liberarsene, utilizza il trucco della figlia viziata e insolente alla quale non va bene nessuna delle sue fidanzate. Il ruolo della figlia è interpretato da Michela (Federica Moro), la giovane vicina di casa di lui che, dietro compenso, accetta di interpretare la parte. In cambio Mattia auta Michela, che a causa della giovane età vede come una bambina, nei suoi problemi quotidiani. Durante l’esame di italiano alla scuola per hostess, ad esempio, le scrive il tema su un rotolo di carta igienica e glielo mostra dalla finestra srlotolandolo appeso ad un palloncino. Michela è però innamorata di lui e tenta in tutti i modi di farglielo capire ma Mattia non ne vuole sapere a causa della differenza di età. Dopo varie peripezie, durante il giorno del matrimonio di Mattia con una donna che è riuscita a portarlo all’altare, Michela entra in chiesa in moto e bacia con passione lo sposo. Mattia di fronte ad un gesto così eclatante rivela di essere ache lui innamorato di lei, decidendo finalmente di sposarla.

In questo film Gaggiano appare dopo circa un’ora dall’inizio. Mattia e Michela passeggiano uno in via Roma, l’altra in via Gozzadini, sulle due sponde del Naviglio e si parlano utilizzando dei walkie talkie per poi incontrarsi sul ponte pedonale in prossimità del lampioncino (rimosso durante l’ultima ristrutturazione del 1998). Qui si svolge una simpatica scena durante la quale Michela rivela a Mattia di essere innamorata di lui. Le ringhiere del Naviglio sono ancora quelle basse (oggi sarebbero fuori norma) la via Gozzadini ha il fondo di asfalto ed è aperta al traffico, mentre le facciate delle case sono pre ristrutturazione.

Qui sotto la scena girata a Gaggiano.

Clicca qui per vedere lo spezzone su YouTube

Comments are closed.