Responsabilità, Social Network e regole

0

di Christian Sarno – educatore e consulente pedagogico

Lunedì 15 aprile a Gaggiano è successa, davvero, una cosa molto bella. Un gruppo di cittadini ha deciso di venire alla serata Responsabilità e Social Network, organizzata grazie all’impegno di Gaggiano Magazine e dell’Associazione Genitori di Gaggiano.

Mi capita spesso di fare formazione e di condurre serate pubbliche, ma ovviamente farlo nel paese in cui vivo è stato, per me, veramente molto speciale. Da una parte, devo dire, ancora più bello, visto che ciò mi ha permesso di incontrare e poter discutere di educazione, regole e smartphone con tanti adulti, ragazzi e ragazze che incrocio spesso per le vie del mio paese.

Sala piena (60-65 genitori e 15 ragazzi di 10-13 anni), bel clima, voglia di ascoltare e così la serata è volata via. È talmente volata via che mi son pure dimenticato di invitare i partecipanti alla serata di approfondimento, che si terrà Martedì 21 Maggio dalle 17 alle 19 presso la sala degli ex vigili, nel palazzo davanti alla biblioteca, in piazza Daccò. Serata con un piccolo gruppo (massimo 15 genitori) in cui continueremo il lavoro di confronto con i nostri figli, iniziato il 15 aprile. Approfitto di questo spazio per farlo.

Il 15 aprile abbiamo parlato di smartphone, di internet, delle paure che abbiamo e delle fatiche che facciamo, ogni giorno, nell’intento di aiutare i nostri figli ad utilizzare gli strumenti tecnologici e di regolare l’accesso ai social network. Ne abbiamo parlato partendo da un presupposto: il problema non è lo strumento, ma quanto siamo in grado di regolarlo e soprattutto di insegnargli ad usarlo. Perché dietro gli smartphone si nascondo paure (dei genitori), rischi (reali) ma anche alcune grandi opportunità.

Abbiamo parlato di regole, di divieti e di consigli. Perché è attraverso un sistema di regolamentazione dello strumento che possiamo permettergli di usarlo senza farsi male. Di usarlo per imparare cose nuove, scoprire mondi e incontrare gli altri. Ci siamo detti che il ruolo degli adulti è fondamentale. Abbiamo capito quali sono le nostre responsabilità e quello che potremmo provare a fare per aiutarli a crescere bene, anche con in mano un cellulare.

Ci siamo anche detti che spesso, quando parliamo di loro, rischiamo di giudicarli e di giudicare il loro mondo senza nemmeno averlo compreso. Abbiamo anche capito che dobbiamo continuare a riflettere, che la serata del 15 aprile era sono un primo step, che abbiamo bisogno di continuare a affondare i pensieri negli gli strumenti utili per accompagnare i nostri figli a crescere sereni.

Abbiamo, in sintesi, capito che anche gli adulti devono continuare ad imparare e che abbiamo la possibilità, in alcuni casi, di poterlo farlo insieme ai nostri figli. L’approfondimento del 20 maggio serve proprio a questo.

Io vi aspetto.

Basta mandare una mail a christian.sarno@gmail.com e vi aggiungiamo alla lista dei partecipanti. Daremo priorità a chi ha partecipato alla serata del 15 aprile e a chi verrà con il proprio figlio. (9-13 anni), ma la serata è aperta anche al resto dei genitori (anche con figli più piccoli) che abbiamo voglia di approfondire e lavorare sul valore delle regole, non solo rispetto all’uso dei cellulari, ovviamente.

A presto.

Comments are closed.