La regina delle Notti Bianche

0

La notte bianca di Gaggiano è “universalmente” riconosciuta come la più bella dell’hinterland milanese. Ed è vero. Complice una location decisamente caratteristica, l’anello d’oro “via Roma – ponte carrabile – via Gozzadini – ponte pedonale” questa manifestazione è diventata la più seguita e partecipata.

Ma cos’è e chi ha inventato la Notte Bianca? La prima Notte Bianca (in assoluto) si è svolta a Parigi, il 5 e 6 ottobre 2002, dedicata all’arte contemporanea, con installazioni e mostre ovunque, attorniate da punti ristoro, feste, musica e divertimento. Da allora l’usanza ha preso velocemente piede cambiando la propria fisionomia a seconda della città, del paese o del luogo.

Gaggiano ha la sua Notte Bianca dal 2010 e, a parte un paio di volte nelle quali il meteo non è stato benevolo, è stata un crescendo di partecipazione da parte degli espositori dei ristoratori e del pubblico. Questo grazie all’efficiente organizzazione e ad un gruppo di commercianti e collaboratori affiatato e motivato. L’attrazione principale è il cibo, lo street food la fa da padrone, con decine di ristoratori che propongono una grande varietà di prodotti, dalla salamella allo gnocco fritto, al risotto fino al menù da ristorante. Ovviamente birra a fiumi e tanta musica. Grande folklore deriva dagli eventi correlati, come sfilate di moda, balli, karaoke, spettacoli di magia, sfide sul toro meccanico, gite sul Naviglio in battello e sfide di eating contest. La festa va avanti fino a notte inoltrata, fino a quando gli ultimi irriducibili del boccale di birra non gettano la spugna e guadagnano la via di casa.

In questa fotogallery alcune foto di tutte le edizioni.

Comments are closed.