I biscotti di Natale • Convivio

0

Ricetta di Mary Corsaro • Abbinamento vino di Silvia Di Stefano

Natale è alle porte. Allora perchè non farsi ingolosire con una ricetta dai profumi e dai sapori natalizi? CONVIVIO vi offre di volta in volta una ricetta semplice, sfiziosa e gustosa. Ogni piatto sarà poi abbinato al giusto vino che ne armonizzi ed esalti il gusto.

INGREDIENTI per 20/25 biscotti

• 500 gr. di farina 00
• 2 uova
• 250 gr. di burro
• 200 gr. di zucchero
• Un pizzico di zenzero in polvere • Un pizzico di cannella in polvere • Scorza di un’arancia non trattata

PROCEDIMENTO

Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, lavoratelo con lo zucchero montando leggermente. Aggiungete l’uovo e il tuorlo e infine la farina. Amalgamate fino a raggiungere un impasto omogeneo. Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola traspa- rente e lasciatelo riposare in frigo per un’ora.

Dividete il panetto in 3 e aromatizzate un impasto con la scorza dell’arancia, uno con la cannella in polvere e uno con lo zenzero. Stendete l’impasto con il mattarello e ritagliate con le formine natalizie. Infornate i biscotti a 180° per 15 minuti.

Lasciatevi inebriare dagli aromi che avranno profumato la vostra cucina e lasciatevi ispirare dai colori del Natale per creare magici doni per i vostri cari. Oppure realizzate degli addobbi originali per il vostro albero. Adesso ci siamo… BUON NATALE!

Il Vino

regina-di-felicitaIn piena Langa, immersa tra i bricchi, là dove l’uva cresce rigogliosa e potente come una regina, nasce una produzione di vino attenta alla tradizione, al territorio e a mantenerne gli equilibri: Cascina Baricchi.
Tra le etichette caratteristiche dell’azienda una in particolare esalta i sapori dei dolci tipici natalizi: Regina di Felicità, Vino Moscato Spumante.

Il vino deriva dalla raccolta di uve Moscato Bianco del Piemonte coltivate in vigne che hanno poco più di venti anni e vendemmiate in inverno, tra dicembre e gennaio. Si produce così un Vino del Ghiaccio anche detto Ice Wine o EisWein. Quando la temperatura, infatti, scende sotto i -5°C, alle prime luci dell’alba, comincia la raccolta dei grappoli ghiacciati che vengono poi pressati con un piccolo torchio idraulico per poi essere vinificati in barriques, cioè in tini di legno della capacità di circa 225 l. Una volta che l’uva si trasforma in vino, si mescolano vini così ottenuti, ma di annate diverse, per iniziare il processo di rifermentazione che conferirà al moscato le belle e intriganti bollicine, il famoso perlage. Il colore dorato, le bollicine brillanti e il profumo intenso di frutta esotica, gialla, matura come la banana, la papaya, passion fruit, stuzzicano il desiderio di assaggio. In bocca si scoprirà la piacevolezza del perlage, la freschezza di sapori equilibrati e intensi tra dolcezza e morbidezza, acidità e armonia. Ottimo per le feste!

le-torte-son-desideri-aperitif-vintage

Comments are closed.