Freccia Azzurra Volley: Ferrari nuovo DS

0

di Marco Costanzo

Dopo 6 anni passati da direttore sportivo, Guglielmo Saibene lascia la carica, gli succede Davide Ferrari. Così commenta Guglielmo sul suo profilo Facebook:

“Arrivederci Freccia…
Oggi termina la mia lunga esperienza nella Freccia Azzurra Volley (da prima come dirigente accompagnatore poi come direttore sportivo) e sento il dovere di ringraziare tutte le persone con cui ho condiviso questa positiva esperienza. Mi piacerebbe citare tutti ma ho paura di dimenticare qualcuno. Non è mai facile lasciare un progetto dove hai messo passione, cuore e impegno, tuttavia questa è la vita. Lascio la Freccia Azzurra con la certezza di aver fatto il massimo di quanto era nelle mie possibilità, lascio con la consapevolezza di aver sempre agito e deciso per l’unica cosa che mi è sempre stata a cuore: dare la possibilità a quanti amano questo meraviglioso sport di poterlo praticare al meglio nel contesto della Freccia Azzurra stessa.
Sono stati 6 anni bellissimi, ho visto ragazzine passare dal mini volley al debutto in prima squadra, ho avuto la fortuna di essere DS quando le nostre ragazze si sono classificate 2° in lombardia e 5° ai nazionali CSI … insomma tanti tantissimi ricordi che porterò sempre nel cuore.
In conclusione di questo breve saluto sento la necessità di ringraziare una persona per me speciale: il mitico Bacca! con lui mi sono sempre confrontato su tutto, qualsiasi cosa ho fatto o proposto in questi anni è stata sempre condivisa con lui, in lui ho trovato più di un vice-presidente, ho trovato un amico… Grazie Tiziano!
Guglielmo Saibene
Direttore Sportivo A.S.D. Freccia Azzurra”

Ho fatto due chiacchiere con Guglielmo durante il Volley in Piazza, mi ha detto di essere contento della scelta del nuovo DS e mi ha parlato del lavoro svolto negli ultimi anni:  “Durante gli ultimi anni le atlete sono passate da 50 a 120, la Società ha visto l’iscrizione ai campionati della federazione (FIPAV) ed infine sono stati riportati in palestra due allenatori preparati come Andrea Bardini e Alice Zoncada”. Infine gli ho chiesto se chiudeva definitivamente con la pallavolo “Certo che no! – è stata la sua risposta – credo che seguirò mia figlia al Cusago”, ma non mi ha voluto dire con quali compiti.

Ho raggiunto telefonicamente Davide Ferrari, nuovo DS, che conosco dai tempi della scuola elementare (siamo coscritti), che così ha commentato il suo nuovo ruolo:

“Sono contentissimo. Conosco il presidente Marco Pavesi da quando eravamo bambini, siamo cresciuti insieme, così quando mi ha proposto di ricoprire questo importante ruolo ho accettato con entusiasmo. Sono stato dirigente della sezione calcio per 10 anni, poi, causa lavoro mi sono allontanato da questo magnifico mondo. Ora, da tre anni, mia figlia gioca nella squadra di volley, nell’under 12, quindi sono rientrato nell’ambiente ed ho trovato un gruppo fantastico, appassionato ed affiatato.  Tra l’altro io ho sempre giocato a pallavolo, è uno sport che mi è sempre piaciuto.
Vorrei che la mia gestione fosse basata sulla condivisione, coinvolgendo tutta la dirigenza nelle decisioni, perchè la condivisione porta al confronto ed il confronto porta al miglioramento. La Freccia Azzurra è una società che mette al primo posto il valore umano, da noi i ragazzi devono prima divertirsi, poi viene il resto. Per noi è fondamentale che gli atleti siano contenti di giocare, e questo vale sia per il calcio che per il volley, i ragazzi e le ragazze devono avere il sorriso in faccia perchè senza il sorriso non si può giocare.
Ad oggi abbiamo 120 atlete iscritte nelle varie categorie (Mini Volley, Under 11,   Under 12, Under 13, Under 14, Under 16 e Prima Squadra) il lavoro è molto ma collaborando tutti insieme ce la faremo. Anzi, se qualche genitore che accompagna la figlia agli allenamenti volesse darci una mano piuttosto che stare sugli spalti a guardare è ben accetto”.

Il suo modo di parlare dinamico e coinvolgente trascina e motiva le persone;  questo, unito alla sua grande passione per il Volley fa di lui la persona giusta per questo ruolo. Gli faccio quindi un grosso in bocca al lupo e gli auguro buon lavoro.

Leave A Reply