Bourgogne mon amour: la cultura si degusta…

0

Serata degustazione vini della Borgogna (Francia)

Rispetto ai corsi di degustazione vino che abbiamo organizzato l’anno scorso, quello di giovedì 20 aprile organizzato dalla nostra testata, tenuto da Silvia Di Stefano, sommelier professionista e titolare di “AperitifVintage” e svoltosi nella saletta del negozio “Le torte son desideri” di Mary Corsaro, è stato un po’ diverso. Innanzitutto nella durata: una singola serata anziché 3, poi nel tema: i vini della Borgogna (Francia), la regione vitivinicola più prestigiosa al mondo e in ultimo nello svolgimento. La degustazione è stata infatti preceduta ed intervallata dalla proiezione di una carrellata di foto scattate in Borgogna da Silvia Di Stefano che ci ha accompagnato con le sue spiegazioni in questo fantastico viaggio. I partecipanti, hanno potuto così conoscere la storia, le caratteristiche e le curiosità di questa regione francese nella quale si producono molti tra i migliori vini del mondo. Quattro i prestigiosi vini degustati, due bianchi e due rossi, acquistati da Silvia direttamente nelle cantine dei produttori, un Bourgogne Aligotè, un Santenay di uve Chardonnay e due Pinot Noir dei Village Gevrey-Chambertin e Vosne-Romanèe.

La Borgogna è leggenda, è mito per tutti gli appassionati di vino. È il luogo dove la fama del Pinot Noir nasce per diffondersi nell’intero universo vitivinicolo. Attenti però, non facciamoci accecare dalla sola notorietà francese. La Borgogna è davvero la culla di quella grande uva rossa che è il Pinot Noir che, tra la Cote de Beaune e la Cote de Nuits viene coltivato da solo per ottenere un vino superbo ed elegante, straordinariamente affascinante. Ma la regione non è solo “rossa”, è anche “bianca” con la produzione dello Chardonnay così burroso e persistente, fruttato ed intenso. Dai Domaine della Borgogna escono bottiglie dimostrative della grandezza delle uve citate e a volte uniche, pregiate… leggendarie.

Comments are closed.